Moda

NOVE25 LANCIA OPHIS. LA STREET JEWELLERY DIVENTA ESOTERICA

Nato nel 2005 dall’idea dei fratelli Roberto e Davide Dibenedetto, NOVE25, è ormai un cult dell’espressione giovanile improntato sulla filosofia della urban jewellery in argento. Un brand che cresce costantemente, e da bottega di quartiere si prepara a diventare un vero e proprio punto di riferimento. A distanza di dodici anni, il brand inaugura i suoi nuovi headquarters milanesi in via Sanzio 21, uno spazio enorme dalle sembianze di un loft newyorkese, dove tra l’altro al suo interno, insieme agli uffici direzionali e al laboratorio creativo, trova spazio anche l’allestimento artistico dell’australiano Pauly Bonomelli. Con questa occasione Nove25 lancia Ophis, la collezione dedicata al mondo dell’esoterismo e dell’astrologia in collaborazione con Mirko Sata, il famoso tatuatore del collettivo Satatttvision che, nel panorama dei tatuaggi è uno dei più importanti studi creativi italiani.

Un laboratorio come una bottega d’artigianato. Gli accessori realizzati dalla squadra Dibenedetto sono diventati un leitmotiv per una cultura giovanile che sa bene quello che vuole e sa bene dove cercarlo. Gioielli dalle forme più svariate in cui la sapiente lavorazione dell’argento sterling, accostato spesso all’incastonatura di pietre dure, si mixano oltre che agli stilemi della cultura urban anche al valore della personalizzazione. Gli anelli, come del resto i bracciali ma anche tutta la restante parte degli accessori di Nove25, hanno raggiunto una certa popolarità anche grazie al coinvolgimento diretto di writer, tatuatori e artisti della street culture. Il brand propone infatti gioielli dal design unico, dall’identità riconoscibile.

Nove25 - Ophis

Il nuovo head quarter milanese, si va ad inserire all’interno di un network che, dagli otto punti vendita presenti nel centro storico delle città di Milano, Roma, Napoli, Como, Torino, Lugano, Ibiza e Valencia, mira all’espansione. Nove25 nel prossimo biennio intende arrivare almeno al doppio di aperture focalizzandosi in particolare su Italia, Spagna e Svizzera, senza tralasciare l’online e dunque l’e-commerce ed un’ulteriore possibilità di accrescere la customizzazione da parte del cliente. Il tutto conservando fedelmente le imprescindibili caratteristiche fondanti un DNA composto da tutto un reticolo di designer, 3D artist, creativi, artigiani ed esperti della vendita. Un’imponente giro d’affari che nel 2016 è arrivato a 5 milioni di euro, mentre nel 2017 punta a raggiungere i dei 7/8 milioni.

Share:

Leave a reply

5 + due =