Moda

LA MODA FINLANDESE DIVENTA GUEST NATION AL PITTI 93

Otto designer finlandesi saranno i protagonisti di Guest Nation al Pitti Immagine Uomo 93, tra loro c’è chi si è diplomato nelle scuole tra le più prestigiose come la Central Saint Martins di Londra e chi ha lavorato nello stile di marchi dal calibro di Dolce & Gabbana, Rick Owens e Armani.

Guest Nation Finland_Mannisto

Alla prossima edizione di Pitti Immagine Uomo 93 la Finlandia sarà Guest Nation. Il progetto volto all’internazionalizzazione della manifestazione e della moda, che ogni anno vede protagonista una nazione straniera con i suoi talentuosi giovani designer, dandogli la possibilità di farsi conoscere su scala globale come per esempio afferma Miia Koski, CEO di Juni Communication & Production, assieme alla conseguente possibilità di ampliare la rete dei contatti commerciali e l’esposizione mediatica. Il progetto, promosso da Fondazione Pitti Immagine Discovery, vedrà otto brand e designer finlandesi presentare le loro collezioni alla Fortezza da Basso, all’interno dello Spazio Carra, ma anche con un evento che si svolgerà in città in occasione del salone. “Siamo felici di presentare Guest Nation Finlandia al prossimo Pitti Uomo – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine Il nostro salone rappresenta una grande occasione di visibilità e promozione commerciale per i giovani protagonisti della nuova moda internazionale. La Finlandia sta diventando uno dei luoghi più dinamici per la creatività nella moda oggi, per questo insieme a Fondazione Discovery abbiamo deciso di presentare otto tra i più innovativi brand finlandesi al pubblico di buyer e stampa internazionale, che troveranno collezioni davvero interessanti”.

Dal prossimo 9 gennaio e fino al 12, i riflettori saranno puntati su Mannisto, Vyner Articles, Nomen Nescio, Saint Vacant, Formal Friday, Ikla Wright x Turo, Maria Korkeila x R-Collection e Rolf Ekroth. Si tratta di alcuni tra i nomi di punta del menswear finlandese, provenienti da prestigiose realtà universitarie come magari la Aalto University. Insieme a loro anche Heikki Salonen, considerato come uno degli stilisti tra i più celebri in Finlandia che ha collaborato con Erdem, Diesel e altri prestigiosi brand del gruppo OTB, e che a Pitti Uomo lancerà la sua nuova collezione Vyner Articles. “Guest Nation è una delle iniziative di punta della Fondazione Pitti Discovery – dichiara Lapo Cianchi, segretario generale della Fondazione e direttore comunicazione ed eventi speciali di Pitti Immagine – un progetto che portiamo avanti da otto anni e che ci permette di fare ricerca nei paesi emergenti della moda contemporanea. Nella selezione che porteremo a Pitti Uomo, inclusi progetti speciali nati per l’occasione, ci sono designer giovanissimi accanto a brand già affermati. Ciascuno con le proprie idee, ma tutti capaci di esprimere l’essenza del Finnish design e lifestyle di oggi, aperti alla sperimentazione e a una feconda contaminazione di tradizione e modernità. Siamo molto contenti infine delle collaborazioni instaurate per questo evento e ringraziamo le istituzioni finlandesi della loro fondamentale partecipazione”.

Scopri i profili degli 8 brand di Guest Nation Finlandia:

Mannisto: Nato nel 2015 dalla creatività della designer di origine colombiana Julia Männistö, l’omonimo menswear brand è tra i marchi finlandesi emergenti più popolari: diplomata alla Central Saint Martins, la designer ha vinto l’International Fashion Showcase nel 2015 e il premio Shenzhen Design Award per i giovani talenti nel 2016, anno in cui si è qualificata come finalista del prestigioso LVMH Prize. Nelle sue creazioni, materiali innovativi incontrano stampe dal forte impatto visivo.

Vyner Articles: Diplomato al Royal College of Art di Londra, Heikki Salonen lancia nel 2015 l’omonimo menswear brand del quale fa parte la nuova linea Vyner Articles. Uno dei designer finlandesi di maggior successo, Heikki ha lavorato per Erdem e per Diesel. Dal 2013 collabora con Maison Martin Margiela. Attualmente vive a Londra.

Nomen Nescio: Fondato nel 2012 da Timo ja Niina Leskelä e basato a Helsinki, Nomen Nescio punta sul minimalismo finlandese, riflettendo l’estrema linearità dello stile nordico, con un’estetica da tratti selvaggi. Con una palette che tende alla monocromia, e al nero in particolare, le sue collezioni sono caratterizzate da una forte impronta astagionale. Estremamente fluide, le creazioni sono gender-neutral e si arricchiscono di piccoli elementi di stile a ogni stagione.

Saint Vacant: è il brand di calzature ideato da Janne Lax, maestro calzolaio formatosi in Inghilterra. Dopo essere ritornato a Helsinki, fonda il proprio marchio nel 2005, ma la vera innovazione arriva nel 2016, quando dà vita a una nuova collezione basata su cinque stili essenziali di calzature. L’idea motrice di questo cambiamento, è che ogni uomo può calzare cinque possibili suole. I suoi prodotti coniugano un design di qualità allo stile classico, con una forte impronta legata alla sostenibilità.

Formal Friday: di Teemu Muurimäki è uno dei designer finlandesi più apprezzati nel womenswear. Dopo anni passati a Milano, collaborando con Dolce & Gabbana, Bottega Veneta e Giorgio Armani, Muurimäki torna in Finlandia dando vita a Formal Friday, la sua prima linea maschile. La collezione è il connubio di un mood casual nordico, del talento dello stilista e della sua ampia conoscenza materica. Il risultato sono capi dallo stile urban con un twist fortemente creativo.

Ikla Wright x Turo: Un connubio creativo che unisce il talento del designer Ikla Wright allo stile tradizionale del brand finlandese Turo. Dopo la laurea alla Central Saint Martins nel 2007, Wright lavora a Londra per E.Tauzt. Nel 2016, lancia la sua linea menswear IKLA. Celebre brand maschile, dal 1938 Turo veste i Presidenti finlandesi, ma anche gli uomini “comuni”. Dopo un rebranding nel 2015, il marchio è ora pronto per il suo ingresso nel fashion internazionale.

Maria Korkeila x R-Collection: considerato la stella emergente della moda finlandese, diplomata alla Aalto University, Maria Korkeila ha alle spalle collaborazioni prestigiose con Rick Owens e Saint Laurent. Recentemente, tra i finalisti del Hyères Fashion Festival, si è aggiudicata, come menzione speciale, il premio Schiaparelli. La stilista collabora con R-Collection, brand icona nel design finlandese e nell’abbigliamento casual, fondato nel 1978. Lilli Norio, head designer del celebre marchio, continua a ispirarsi alla natura finlandese e allo stile rilassato, veri e propri simboli di R-Collection. Parola d’ordine: less is more.

Rolf Ekroth: diplomato alla Aalto University, il talentuoso Rolf Ekroth vince nel 2015 il premio Designer’s Nest; nello stesso anno, in Finlandia, è riconosciuto come Giovane Designer dell’Anno, mentre nel 2016 è tra i finalisti dello Hyères Fashion Festival. Dopo il successo riscosso al celebre festival francese, Ekroth dà vita a una capsule per Galeries Lafayette. Lanciata nella primavera del 2017, la collezione unisce lo stile sportswear futuristico del designer, tra pezzi rainwear e scarpe sportive unisex.

Share:

Leave a reply

sedici + 14 =