ArtMusica

PETER MURPHY e DAVID J .Due imperdibili date per celebrare i 40 anni dei BAUHAUS

La leggendaria voce dei Bauhaus, dopo la data di agosto al Cinzella Music Festival, tornerà in Italia per due date autunnali il 21 novembre all’Orion di Ciampino (Roma) e il 22 novembre  al Fabrique di Milano.

Accompagnato da DAVID J, celebrerà i 40 anni dei BAUHAUS ripercorrendo la storia di uno dei pilastri della scena post punk e gotica.

PETER MURPHY è una delle figure più amate e intriganti dello scenario goth rock. Il fascino glaciale e magnetico, insieme a uno stile unico, l’hanno reso un’icona dark senza tempo. Il Godfather of Goth, dopo aver capitanato i Bauhaus dal 1978 al 1983, ha intrapreso una carriera solista, reinventando continuamente le sue influenze e i canoni del suo universo dark. Brani come Cuts You Up e A Strange Kind of Love, tratti dall’album Deep (1989), hanno conquistato fin dalla loro pubblicazione le principali classifiche americane e inglesi, diventando nel tempo gemme indimenticabili degli anni a cavallo tra ’80s 90’s.  Non sono poi mancate le reunion: nel 1998 i BAUHAUS sono tornati insieme per il Resurrection Tour, mentre diverse date in giro per il mondo iniziate nel 2005 sono culminate con l’album di inediti Go Away White (2008).

In occasione dei 40 anni dei BAUHAUSPETER MURPHY DAVID J ne celebrano la memoria con un tour che toccherà anche Ciampino (21 novembre, Orion) Milano (22 novembre, Fabrique): appuntamenti imperdibili per ripercorrere la carriera e l’impatto che la storica band ha avuto sui destini della musica internazionale.

Nati alla fine degli anni Settanta i Bauhaus, originari di Northampton, Inghilterra, sono emersi dalla scena alternative post-punk grazie ai loro album innovativi ed ai loro live intensi e drammatici. Pionieri del gothic rock, “Bela Lugosi’s Dead” è considerata una pietra miliare nel genere. Originariamente composto nel 1979 ai Small Wonder Records, il brano non entrò in alcuna classifica pop ma è tuttora un pezzo fondamentale nelle indipendent singles charts inglesi e fu inserito anche come colonna sonora nel film horror del 1983 “The Hunger” (starring David Bowie, Catherine Deneuve, Susan Sarandon), riproposto come cover da moltissimi artisti tra cui Nine Inch Nails, Massive Attack, Nouvelle Vague e citato da grandi autori come Chuck Palahniuk e Neil Gaiman. Tre mesi dopo aver composto “Bela Lugosi’s Dead”, nell’agosto del 1979, i Bauhaus firmano con l’etichetta inglese 4AD, che ne ha pubblicato il disco di debutto, “In the Flat Field”. Dal 1981 al 1983 la band, che nel frattempo passa alla Beggars Banquet, realizza e pubblica altri tre dischi di studio.

Nel 1983 i Bauhaus si sciolgono e, mentre gli altri tre componenti si uniscono ad altre band, Peter Murphy intraprende la carriera solista.

Il 2018 segna il 40° anniversario dei Bauhaus e, per l’occasione, Beggars e 4AD ridanno alle stampe in vinile edizione limitata il catalogo della band ‘.Leaving Records, in collaborazione con Stones Throw Records, realizza  la pubblicazione digitale ed in vinile di “The Bela Session’, la raccolta delle prime registrazioni dei Bauhaus, a sole sei settimanee dalla loro formazione, il 26 gennaio del 1979: 5 tracce, 3 delle quali mai pubblicate.

Ad anticipare la pubblicazione, digitale ed in vinile, il brano “Bela Lugosi’s Dead

 https://bauhaus.bandcamp.com/album/the-bela-session 

EPSON MFP image

 

 

 

Share:

Leave a reply

quattordici + 11 =