Art

FESTIVAL ‘LA DIGESTION. MUSICA ASCOLTATA RARAMENTE’. A NAPOLI.

Continua il viaggio attraverso i luoghi più suggestivi della città di Napoli per il quarto appuntamento de La Digestion – musica ascoltata raramente, festival dedicato ai linguaggi innovativi dell’arte sonora contemporanea, e realizzato dalla sinergia tra l’associazione Phonurgia, la Fondazione Morra e la E-M Arts associazione culturale.

La giornata del 31 Marzo sarà caratterizzata da un doppio appuntamento musicale che animerà, nel pomeriggio, il magico Cimitero delle Fontanelle, nel rione Sanità, e in serata la bellissima Chiesa di San Giuseppe delle Scalze, a Montesanto, con l’imperdibile concerto di David Toop dei leggendari Flying Lizards, pietra miliare della new wave europea più creativa ed eclettica, e oggi raffinato sperimentatore e teorico del suono.

Filo conduttore di questo viaggio immaginario e reale saranno gli “oggetti sonori”. Oggetti misteriosi ed organici quelli utilizzati da Rye Nakajima e Pierre Berthet che, tra i cunicoli e le ossa del Cimitero delle Fontanelle, daranno vita a Dead Plants/Living Objects, installazione sonora e performance in cui, tra vibrazioni ed evocazioni, la materia inorganica, grazie al suono, prende vita. Oggetti del quotidiano, invece, animeranno il momento serale presso la Chiesa delle Scalze, trasformandosi, nelle sapienti mani di David Toop, in fonti sonore elettroacustiche originali e polisemiche. Il maestro inglese, già spalla di Brian Eno e collaboratore dei più grandi nomi dell’improvvisazione, da Derek Bailey a Evan Parker, da Hugh Davies a John Zorn, ha sviluppato, durante i suoi quarant’anni di carriera, un linguaggio musicale poetico e profondo, fatto di oggetti trovati, piccoli strumenti, field recordings e flauto traverso, in grado di trasformare l’ascolto in evento di scoperta interiore. Infine, oggetti di una memoria non troppo lontana ma piena di nostalgia, quelli della Calabria contadina, saranno evocati dalle parole del poeta inglese Ted Hughes, messe in musica dal trio Minor Tom. La poesia Snow, ispirata ai canti dei pescatori di pesce spada documentati dall’etnomusicologo Alan Lomax nel 1954, diventa il materiale per la composizione di un radio-dramma “dal vivo”, grazie al lavoro del musicista polacco Michał Libera accompagnato dal trombonista Hilary Jeffery e dal vocalist Gianpaolo Peres.
Tre declinazioni della poesia sonora, tre momenti unici in bilico tra musicalità, linguaggio e gesto, capaci di insinuarsi lì dove l’ascolto si incontra con il pensiero, aprendo a nuovi significati e intense esperienze.

Il festival vuole rendere il  momento performativo una più completa attività di formazione e riflessione che lasci tracce durevoli sul territorio cittadino. A tal fine, il 30 Marzo, il maestro David Toop sarà protagonista di una conversazione in diretta radio su RadioDigestion e aperta al pubblico, e nel pomeriggio terrà un workshop dedicato all’ascolto dal titolo “Listening is Intimacy”, il tutto presso Casa Morra. Il workshop, dal costo di 10 euro, è aperto a musicisti di qualunque strumento e livello di preparazione. Per informazioni e prenotazioni: info.phonurgia@gmail.com

 

quarto evento
31 Marzo 2018

ore 18:00
installazione/performance di Rie Nakajima & Pierre Berthet [JP/BE]
@ Cimitero delle Fontanelle
Via Fontanelle, 80 – Napoli
ingresso gratuito

ore 21:00
Minor Tom (Michał Libera, Hilary Jeffery, Gianpaolo Peres) [PL/UK/IT] play Ted Hughes’ Snow
David Toop [UK]
@ Chiesa di San Giuseppe delle Scalze
Salita Pontecorvo, 65 – Napoli

Share:

Leave a reply

quattordici − tredici =